Ritiro creativo a Venezia

Dopo il corso privato di un giorno Christi Friesen ha organizzato un ritiro creativo di una settimana e ho dato una mano a organizzare gite e visite tra la meravigliosa Venezia, Murano e Burano.

Abbiamo fatto le turiste visitando il museo del vetro, piazza San Marco e salendo sulla torre al tramonto, cenando a Burano, godendocela nella pace e silenzio dopo che le masse erano partite e acquistando tessere per mosaico e perle di vetro nelle antiche botteghe con fascino intramontabile.

Se volete un posticcino tranquillo per pranzare o cenare in zona Ospedale vi consiglio vivamente Trattoria Le Bandierette in Barbaria delle Tole, 6671 – cibo ottimo, prezzi assolutamente abbordabili e simpatia garantiti.

È vicinissimo alla Basilica dei Santi Giovanni e Paolo, è uno degli edifici medievali religiosi più imponenti di Venezia e vi è sepolto un gran numero di dogi e personaggi importanti. All’interno troviamo numerosissime opere d’arte, qui qualche foto:

Non abbiamo solo fatto le turiste e mangiato 🤣 ma abbiamo anche creato ovviamente (tra un Bellini, qualche gelato, tanto limoncello e aperitivi vari):

Advertisements

Venezia!

Sabato 8/6/2019 ho organizzato un corso privato con Christi Friesen a Venezia. È la terza volta che Christi viene in Italia e ogni volta è un grande divertimento!

Questa volta abbiamo limitato le partecipazioni a 10 e abbiamo affrontato tante tecniche diverse creando vere meraviglie – da mosaico a pastelli a foglia oro 24ct i materiali usati sono stati tanti.

Un ringraziamento speciale va a Sculpey/Polyform per averci donato tantissima pasta sintetica Premo! con cui creare e giocare 💜

Christi ha portato tanti materiali e attrezzi interessanti con cui giocare, ovviamente il focus principale era sui mosaici, visto che qui si producono vetro e tessere per mosaico.

Per l’occasione abbiamo noleggiato un’intera casa storica nella zona Castello e il caso volle che proprio accanto avessimo un’artista del mosaico 😉

Un’altra tecnica molto divertente e versatile affrontata quel giorno è quella del Cracklè che si vede nella foto qui sopra e poi abbiamo usato vera foglia oro 24ct per fare delle perle sgraffito.

Eccoci all’opera e alcune foto dettagliate dei lavori realizzati:

Dopo il corso privato si è svolta una settimana di ritiro creativo nella stessa casa con escursioni ed esplorazioni delle tecniche della lavorazione del vetro, visite a Murano, Burano e degli angoli nascosti di Venezia. Ma ve ne parlerò in dettaglio nel prossimo post!

Corso privato a Padova

Sono stata invitata a tenere un corso privato per un gruppo di circa 10 persone e come argomento sono state scelte le paste traslucide, come polorarle e come lucidarele per renderle quasi del tutto trasparenti 

Nonostante il viaggio travagliato con neve e treni sospesi e bloccati sono riuscita ad arrivare, la compagnia è stat bellissima, ci siamo divertite un mondo e i risultati del lavoro sono a dire poco meravigliosi, ecco alcune foto dei miei esempi per il corso e dei lavori delle corsiste.

P.s. se vi siete mai chiesti che faccia ha un intero chilo di pasta traslucent condizionata:

Corso estrusore/maglia in Fimo

:)

Altro corso, altro giro di maglia! 

Utilizzando l’estrusore, una specie di “siringone” che permette di ottenere lunghi fili di pasta di varie forme abbiamo realizzato tanti decori divertenti per Natale – come sempre grazie agli allievi SUPER e a Colorato2 di Corbetta per l’ospitalità!

E poi a chi non serve un maglioncino di Fimo quando fa freddo!! Sono molto felice anche di essere di nuovo finita sul Blog di Polymer clay Daily!! Grazie! 

Swap internazionale inchies

Con SWAP si intende scambio, con INCHIES si intende piccoli quadratini che misurano 1 INCH per lato….è l’unità di misura statunitense e tradotti in centimentri corrisponde a 2,54cm

Negli anni passati ne ho organizzati diversi, purtroppo tra mancanza di tempo e problemi di salute non ne ho fatti per un pò…era proprio ora di farne uno. 

Il tema principale di questo scambio è “estate, sole e vacanze al mare”, si possono fare da 5 a 15 quadratini e mandandomeli mi occuperò di scambiarli con quelli di altri partecipanti per fare in modo che ognuno ottenga un quadratino da parti diverse del mondo per ognuno di quelli che ha fatto.

Ecco alcuni dei miei, i primi sono fatti con la mia tecnica del finto batik (tecnica per la stama su tessuto) che ho messo a punto nel 2010 e che era già stata pubblicata anche sulla rivista ollandese “From Polymer To Art”. 

Questa è una rivistazione e entro fine Giugno farò un corso su questa tecnica presso Colorauto2 di Corbetta MI

Ne ho fatti altri con una tecnica mista craquelè e stamping e altri ancora con cactus sulla sabbia

Syposium Fimo Germania

L’idea iniziale era di organizzare un paio di macchine e partire in gruppo dall’Italia per partecipare a questo evento targato Fimo che si svolgeva a Nürnberg, sede di Staedtler quest’anno. Purtroppo non c’erano sufficenti info, sopratutto nessuna in italiano……e non a tempo debito e entro soli 10 minuti dall’apertura per le registarzioni il sito non funzionava piu… per cui siamo rimaste in due…io con il posto riservato in quanto artista rappresentante Staedtler e ho portato con me la mia amica Fabiana Tosti
 <a rel="noreferrer noopener" href="http://https://www.fabandfabjewellery.com.au/ che è venuta su da Roma a Milano e siamo partite assieme con la mia macchinina per Nürnberg. Per chi si lamenta che gli eventi sono “lontani” da casa propria quando sono a 1 ora di distanza aggiungo che da qua a la sono 680km da fare…. se aggiungiamo anche la distanza da qua a Roma….beh fate voi il calcolo e cercate di capire che se una cosa vi interessa non vi lamentate ma la fate  

Ci siamo fermate per fare una notte di sosta nella mia città natia, Memmingen  e poi via per il delirio “Fimoso”.
Tra corsi e cene e cena gran galà abbiamo dormito pochissimo ma ci siamo divertite anche tantissimo.

Ho fatto una visita guidata nella fabbrica del Fimo – ho visto proprio come si produce a partire dalle materie prime!

Gli insegnanti: Dan Cormier, Maggie Maggio, Izabela Nowak e Bettina Welker.

Ho consegnato i cuori raccolti per l’evento di beneficenza in Serbia ad Anya e ho rivisto con tanto piacere il mio amico <a rel="noreferrer noopener" href="http://https://www.facebook.com/KidsCenterKY/?pnref=story Ron Lehocky (il dottore dei cuori) che non vedevo da qualche anno e che ha partecipato con entusiasmo alla raccolta dei cuori. Finalmente ho potuto abbracciare anche Patrizia Cozzo, ci siamo parlate tante volte ma mai viste dal vivo. 
Con tutti gli amici presenti sembrava quasi una riunione di famiglia  Ecco qualche foto: